Aumentare le pagine per visita, 10 utili consigli


imageUna cosa su cui ultimamente sto prestando più attenzione che in passato è il rapporto tra pagine visualizzate e numero di visitatori. Perchè se è vero che avere più visitatori significa avere rendimenti più alti, è altrettanto vero che il metro della redditività di uno spazio web non sono i visitatori in sè, quanto piuttosto le pagine visualizzate (cioè le impression). E' il metro di misura di AdSense, che ci mostra le visualizzazioni nei suoi rapporti e non quanti utenti sono entrati nel blog. E' il metro di misura di un'agenzia pubblicitaria che compri spazio pubblicitario nel nostro blog. Sono sempre le impression quelle che contano, non il numero di visitatori.

Chiaro: se aumentano i visitatori, aumentano le pagine visualizzate. Ma forse con piccoli accorgimenti si riesce a produrre più impression con lo stesso numero di visitatori, e quindi ad aumentare la redditività. Piccole modifiche che ho fatto via via nel blog mi hanno aiutato ad aumentare il numero di pagine visualizzate per visita, e altre ne farò presto, e come sempre sono qui per condividere i miei risultati e le mie riflessioni.

Un risultato pratico

Ho da poco inserito un elemento a sinistra, un elenco di quei post che a mio avviso trattano argomenti che ogni blogger dovrebbe conoscere: la registrazione ai motori di ricerca, scrivere sul blog non con un editor online ma con un programma più pratico (e che finalmente anche mia moglie - il cui difficile rapporto con l'informatica è stato uno dei motivi che mi hanno spinto ad aprire questo blog - si è convinta a usare, ), e così via. L'intento è stato di mettere subito a disposizione di chi mi visita il nècessarie per cominciare a destreggiarsi con un blog (per lo stesso motivo, ho sempre avuto la guida sulla creazione di un blog su Blogger sempre ben visibile).

I risultati sono stati comunque positivi: molti lo hanno apprezzato. E per tornare in argomento, quei post hanno moltiplicato il loro numero di letture (in alcuni casi, si sono quintuplicate).

Aumentiamo le impression per visitatore

Dalla teoria passiamo alla pratica: elenco ora una serie di "strategie" per aumentare le impression per visitatore. Alcune sono mie constatazioni, altre sono regole imparate da chi c'era già prima di me e verificate sul campo. Il mio consiglio è però di non sacrificare mai l'usabilità del blog: lo scopo di un blog che vuole offrire un servizio (come può essere Creare blog), deve sempre concentrarsi sul suo obiettivo, cioè offrire il servizio. Non sacrificate mai la qualità del vostro lavoro, non appesantitene le pagine, non create confusione con troppi elementi.

1) Linkare le proprie pagine. Cosa che faccio spessissimo: quando parlo di pubblicare immagini in rete, linko i miei post su Skydrive o Imageshack. E' di aiuto per chi vuole approfondire, e può generare una visualizzazione in più. Linkate spesso i vostri stessi post, creandone alcuni "di servizio" se necessario (come ripeto dopo). Io adoro chi lo fa, mi permette di approfondire senza dovermi mettere a cercare. Ma non esagerate, non riempite i post di link, o non si riuscirà più a leggere niente.

2) Creare degli elenchi di post. I post più importanti, i post dell'ultimo mese, i post più letti, i post più commentati, gli ultimi post: stilatene un elenco e mettetelo bene in evidenza. Aiuta chi vi visita a trovare informazioni interessanti o a notare qualcosa che si era perso. Ha anche il suo peso psicologico: se un determinato post è tra i più letti, ci sarà un motivo, meglio leggerlo. In questo caso il valore di un post è decretato dagli utenti che lo leggono, e voi lo rigirate ai nuovi visitatori.

3) Visualizzare gli articoli correlati. Se qualcuno legge un post su un certo argomento, è lecito che gli interessi trovare altri post che trattano lo stesso argomento. Aiutatelo mettendoli bene in vista (qui spiego come visualizzare gli articoli correlati su Blogger). Per lo stesso motivo, consiglio di non disperdere in troppe categorie i post: giusto una decina, non di più. Cercate di creare dei macro raggruppamenti (ad esempio, io ho preferito "Grafica per il blog" piuttosto che "Orologi per il blog", "Glitter per il blog", "Calendari per il blog" e così via), a meno che effettivamente non abbiate troppi post per quell'argomento.

4) Creare una serie di post. A volte, alcuni argomenti trattati sono così lunghi che ho dovuto dividerli in più post, come quelli sull'uso di Feedburner o come Creare menù a tendina per il blog. Da'ltra parte, sono un uomo sposato & lavoratore, non posso stare ore seduto al pc a scrivere un post (tranne quando regalo orecchini e collana a mia moglie, come stasera - scherzo ovviamente, amore non picchiarmi!!), e anche affrontare un argomento in più step diventa utile per chi legge. Sistematicamente, chi vuole approfondire i due argomenti legge tutt'e tre i post, aumentando le impression per visitatore.

5) Visualizzazione sintetica dei post. Nella pagina principale del mio blog, visualizzo solo una parte degli articoli e il link "Leggi tutto..." (spiego qui come farlo su Blogger) per leggere tutto il post. Decisamente utile: permette a chi entra nel blog di capire velocemente l'argomento trattato e decidere se approfondirlo, senza doversi consumare le dita sulla rotellina del mouse per vedere cos'altro c'è. Anche in questo caso, oltre che offrire una maggiore usabilità del blog, aumentiamo automaticamente le pagine visualizzate. Alcuni siti abusano di questa pratica, a volte per leggere una notizia bisogna cliccare due/tre volte: decisamente troppo.

6) Pagine veloci da caricare. A volte entro in alcuni siti e il browser comincia ad andare in coma profondo, tra caricamento di script e di immagini, e il mio unico desiderio è scappare via (se vi risultano nelle statistiche molti visitatori con permanenza 0, potreste avere questo problema). Se non volete che visitare il vostro blog diventi una sofferenza per chi vi legge, cercate di mantenere le pagine sempre veloci da caricare: pochi script, poche immagini di dimensioni ridotte, e linkate il meno possibile risorse esterne. Sfogliare i varti articoli sarà un piacere. Usate uno strumento come questo per testare i tempi di caricamento del vostro blog.

7) Creare dei post di servizio. Si riallaccia in parte al primo punto, ma in questo caso i post sono fatti apposta. Spesso vi vengono rivolte le stesse domande da chi vi legge: prevenite creando dei post di servizio e linkateli nella pagina principale del blog, così le domande più frequenti trovano subito risposta. E sono pagine visualizzate in più. Potete anche simulare delle pagine statiche su Blogger.

8) Un motore di ricerca efficiente. Incredibilmente, in molti blog non trovo il motore di ricerca, magari mi interessa sapere se l'autore ha trattato un argomento ma l'unico modo che ho è di visualizzare tutti i post delle varie categorie. Orribile, rinuncio in partenza. E usate un motore di ricerca efficiente, non quello che vedo spesso integrato nei template di Blogger che sfrutta interrogazioni sul feed (per cui se cerco pesce palla trovo tutti i post con la parola pesce e tutti quelli con la parola palla, ordinati senza  criterio): integrate Google nel vostro blog usando il Custom Search Engine o meglio ancora il motore di ricerca di AdSense, che funziona allo stesso modo ma in più vi permette di guadagnare (approfondirò in futuro).

9) Produrre contenuto. Ovviamente, scrivere tanti post è positivo sotto diversi punti di vista, ma soprattutto più materiale c'è sul blog, e più pagine ci sono da leggere perchè più informazioni può trovare il visitatore. Oltretutto spesso qualcuno entra nel vostro blog per vedere se ci sono nuovi post, e se non ce ne sono e se ne va. Il visitatore l'abbiamo avuto, ma le impression è come se fossero 0, visto che si è trattenuto per un nanosecondo nel nostro blog. Nell'era dei feed questa constatazione sembra lasciare il tempo che trova, ma non è così: l'uso dei feed è ancora limitato ad un certo numero di utenti più smaliziati. Molti preferiscono aggiungere il link al vostro blog nei preferiti del browser. Ma non bisogna esagerare: un post deve sempre dare valore, non cominciate a farne dieci al giorno, perchè vi tolgo subito dal feed reader (e come me lo faranno altri). Per fare un esempio, nel momento in cui scrivo Creare blog ha poco contenuto su come monetizzare il proprio blog (più che altro perchè ho aspettato di monetizzarlo realmente io prima di parlarne), lacuna che colmerò presto: chi entra oggi qui per quel motivo, ha giusto due o tre post, ma se ne trovasse dieci aumenterei le impression (e soprattutto offrirei un servizio migliore anche sotto quest'aspetto).

10) Post monotematici e subito chiari. "Oggi Google ha lanciato questo nuovo servizio ed è uscito un nuovo aggiornamento di Vista!". Un argomento alla volta, dall'esempio si possono produrre due diversi post, quindi più materiale per il blog e probabilmente più impression (e visitatori). Lo scopo non è costringere l'utente a cliccare più pagine, quanto piuttosto dargli informazioni sull'argomento specifico che gli interessa. Se cerco informazioni su un determinato argomento, non devo trovarlo mischiato ad altri dieci. E rendere più facile reperire le informazioni che interessano un lettore automaticamente si traduce in aumento delle impression. E porta a capire subito di cosa si tratta: nell'esempio di prima, se intitoliamo il post "Le novità di oggi", quella pagina non attirerà nessuno. Se creiamo due post intitolandoli "Un nuovo servizio da Google" e "Aggiornamento di Windows Vista", se qualcuno è interessato a una delle due cose li leggerà. Impariamo dai giornali: difficilmente un articolo tratta di argomenti diversi. Ovviamente quest'ultimo punto non è solo un modo per aumentare le impression, ma anche per ottenere più visitatori e migliori risultati dai motori di ricerca. Ma anche qui, non cominciate a disintegrare i vostri post, dovete offrire un servizio.

Per concludere

Tra i punti elencati, alcuni sono più efficaci di altri, alcuni sono piccole ovvietà che però non è male ricordare, ma sono tutti validi, per la mia esperienza (e quella di altri). Un consiglio valido porta sempre i suoi frutti, piccoli o grandi che siano. Se avete altri consigli, lasciatemi un commento!

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Per ricevere direttamente in posta i nuovi articoli, inserisci il tuo indirizzo email:
oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!
Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

12 commenti:

Alessia ha detto...

Tenebrae, con questo post hai superato te stesso, l'ho letto velocemente ma in giornata mi soffermo su ogni punto e lo metto in pratica! Grazie :)

Michele Lan ha detto...

Che dire, post perfetto :) Se si assimilano questi consigli si massimizzano davvero le pagine viste...

Mi piace molto l'idea di inserire gli articoli più visti del mese :) La metterò in pratica... Avevo letto da qualche parte che google preferisce le pagine con me di 100 link qualcuno sa se è vero?

the Tramp ha detto...

Ormai lo ripeto tutti i giorni: Tenebrae, se non ci fosse, bisognerebbe inventarlo.

DR ha detto...

Grande post. Ma devo averti letto nel pensiero: la settimana scorsa ho aggiunto ai blog l'elenco dei post più letti... Seguirò anche gli altri consigli.

Ciao. Daniele

sempre Fata Bislacca ha detto...

Grazie, come sempre, non so a cosa mi servirà ma prima o poi capiro e probabilmente ti sarò eternamente grata!!! Satutone e te e dolce metà!!!

Antonella ha detto...

Tenebrae,come al solito i tuoi post sono interessantissimi e molto chiari.
Ma.....perdona la mia ignoranza...come faccio a sapere quante e quali pagine visualizzano i miei visitatori?

Boby ha detto...

dai tuoi elencati, credo che mi manchi solo il motore di ricerca, ho sempre pensato che quello di Blogger bastasse...

Tenebrae ha detto...

innanzitutto grazie a tutti per i complimenti

@fata: su questo blog cerco di coprire le esigenze di tutti, ma non tutti hanno le stesse esigenze :)

@antonella: devi utilizzare qualche servizio di statistiche, come quelli di cui parlo qui

@boby: ogni spazio ha le sue esigenze, non è detto che tutti i consigli siano validi per tutti i blog... però al motore di ricerca integrato nel template è sempre preferibile quello di google... prova a fare qualche ricerca mirata nel tuo blog e vedi se i risultati ti soddisfano

Tenebrae ha detto...

@michele: pagine con troppi link vengono interpretati come tentativo di spam da google, che li esclude dai risultati delle ricerche

Claudio Pomhey ha detto...

Ma quanti fan che hai!!

Den ha detto...

E’ possibile creare un elenco dei post più letti che si rinnova in automatica? Cioè un elenco che (forse collegato con un contatore di visitatori) cambi i post dell’elenco da solo in base alle visite dei vari post.

Tenebrae ha detto...

@den: si, appoggiandosi a un servizio esterno... me lo segno e lo metto in scaletta, potrebbe interessare a tutti


Prima di lasciare un commento, leggete qui

Posta un commento