Targeting per posizionamento: un importante strumento per aumentare i guadagni di AdSense


image Le potenzialità di AdSense si rivelano in un corretto utilizzo degli strumenti a disposizione (come i filtri per gli annunci o i criteri di monitoraggio) e nel giusto posizionamento delle inserzioni pubblicitarie (specialmente dentro i post), che se da una parte hanno regole universarli da seguire, dall’altra richiedono uno studio sul proprio blog o sito per capire quali tecniche rendono di più. Tra gli strumenti forniti da Google, ha un’importanza fondamentale il targeting per posizionamento, che permette agli inserzionisti di poter pubblicare annunci in maniera mirata nel nostro blog, aumentando i nostri guadagni anche grazie ad una migliore contestualizzazione degli annunci.

Vediamo come funziona.

Il punto di vista dell’inserzionista

Chi si fa pubblicità tramite AdWords ha tutto l’interesse a massimizzare l’efficenza dei propri investimenti cercando di mostrare i propri annunci nei siti più attinenti ai servizi e ai prodotti offerti. La contestualizzazione viene fatta automaticamente da AdSense, ma può non essere perfetta e l’inserzionista può avere invece l’esigenza di concentrarsi solo su determinati siti (e determinate posizioni) che trattano un argomento a lui congeniale, piuttosto che disperderli per la rete, per ottenere il massimo ritorno con la minima spesa.

A chi usa AdWords (e AdPlanner), Google fornisce la possibilità di fare questa ricerca, purchè il webmaster che utilizza AdSense renda disponibili determinati criteri che permettano appunto agli inserzionisti di trovare il suo sito (e la posizione degli annunci). Questi criteri sono quelli che costituiscono appunto il targeting per posizionamento.

Il punto di vista del publisher

Dal nostro punto di vista, significa comunicare agli inserzionisti i temi trattati da noi, quali formati di annunci utilizziamo e quale posizione hanno. Un publisher potrà quindi scegliere i nostri spazi per la sua pubblicità, mirando a farla apparire in un punto ben preciso del nostro blog. In questo contesto, riveste quindi un’importanza fondamentale scegliere le giuste posizioni per gli annunci, perchè nessun inserzionista pagherà, per esempio, per avere la propria pubblicità in fondo alla pagina del nostro sito: non verrà quasi mai neanche vista dai lettori.

Personalizzare i canali

Comunicheremo queste informazioni agli inserzionisti tramite i nostri canali di annunci (quelli che prima venivano chiamati criteri di monitoraggio, per approfondire vi invito a leggere quest’articolo), da Impostazioni AdSense –> Canali:

image

Per rendere visibili i nostri canali agli inserzionisti, clicchiamo sul link Modifica impostazioni di un canale e spuntiamo la casella Mostra agli inserzionisti questo canale per il posizionamento degli annunci:

image

E compiliamo le informazioni sottostanti per descrivere questo canale:

image

Indicando su quali pagine vengono visualizzati gli annunci (in questo caso, ho indicato che l’annuncio è visibile solo nella pagina del singolo post), la posizione dell’annuncio, e una descrizione aggiuntiva che permetta di far capire meglio la natura e la posizione dell’annuncio. Per la descrizione, ma anche per il nome del canale, è importante dare informazioni ben precise. Attenzione: se cambiamo nome al canale, le offerte degli inserzionisti che lo hanno come target andranno perse.

A questo punto non resta che cliccare su Salva canale e ripetere l’operazione per tutti i canali che vogliamo rendere disponibili per il targeting.

Verificare la redditività dei canali

Un’operazione da fare spesso per capire l’andamento dei propri annunci è verificare la redditività dei canali, che possiamo fare in qualunque momento da Rapporti –> Rapporti avanzati:

image

Da Impostazioni AdSense –> Centro verifica annunci, potremo invece dare un’occhiata agli inserzionisti che hanno deciso di pubblicare annunci mirati sul nostro blog:

image

E’ chiaro che soprattutto i siti con alto volume di traffico offrono attrattive maggiori per gli inserzionisti, ma visto che lo scopo è apparire su spazi attinenti ai propri servizi, anche i piccoli blog possono essere scelti. A prescindere dal targeting per posizionamento, l’uso dei canali è da raccomandare a tutti i webmaster e blogger che usano AdSense per guadagnare, per capirne l’andamento e ottimizzare il profitto.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Per ricevere direttamente in posta i nuovi articoli, inserisci il tuo indirizzo email:
oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!
Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

10 commenti:

Enrico ha detto...

Ciao! Ho notato quel bel "ti potrebbero anche interesare" alla fine del post.
Ho provato a metterlo nel mio blog http://design-sostenibile.blogspot.com ma me lo lascia mettere solo come widget. Io non ho il widget sotto il post! Mi puoi aiutare?
Grazie mille!

Lulaj2190 ha detto...

si annche a me come ad enrico interesserebbe molto come poter inserire il Widget del: "ti potrebbe anche interessare".
puoi spiegarmi come si fà?

klick ha detto...

ciao, vado off topic anch'io, sul forum di blogger consigliano di impostare un dominio predefinito in Configurazione sito>>impostazioni.
Le opzioni sono 3:
Non impostare dominio predefinito
visualizzare come www
visualizzare senza www.

tu cosa mi consigli?
Ti ho linkato nel mio blog, se vuoi puoi fare lo stesso, tra l'altro siamo gemelli di Template ;-) grazie ciao,ciao

Lorena ha detto...

Ciao Tenebrae. come stai? Sono Lorena, del blog Atlantide: Arte e Disabilità. Ho cambiato buona parte della grafica del mio blog, ti va di fare un salto a vedere? accetto anche critiche :-).
Ho notato che il tuo indirizzo mail in questo blog è in forma di immagine. come posso averlo anch'io nel mio blog? questa possibilità mi è sfuggita :-). Fammi sapere. ciao

Tenebrae ha detto...

@enrico: il problema credo stia nel fatto che il widget cerca determinati tag html che evidentemente l'autore del tuo template ha tolto... peccato, perchè è un bellissimo template, mi ha conquistato

puoi guardare comunque questo metodo alternativo

Tenebrae ha detto...

@lula: ne ho parlato qui proprio pochi giorni fa :)

@klick: io consiglio la prima o la terza, quindi senza mettere esplicitamente www

@lorena: ne ho parlato qui.. leggendo l'articolo vedrai che non è solo una questione estetica :)

Lorena ha detto...

Grazie tenebrae! ho risolto anche il problema del mio indirizzo mail. adesso è tutto ok nel mio blog. ti nomino mio tutor informatico ;-) hehe. grazie anche per il commento. alla prossima.
lorena

Enrico ha detto...

Grazie Tenebrae!
Quel "metodo alternativo l'ho inserito già in un altro blog ed è ottimo. Però con gli argomenti che tratto in questo era molto più interessante l'anteprima della foto...
Grazie comunque, continerò a sperimentare finchè trovo la soluzione!

Luca ha detto...

Orazio la tua capacità di spiegare semplicemente funzionalità che altri rendono incomprensibili è davvero una delle ragioni che mi spingono a tornarti sempre a trovare, nonostante utilizzi da masi ormai wordpress.

Complimenti davvero, Luca

M.M. ha detto...

ciao!! ottimo blog veramente.
Se vuoi uno scambio link o soltanto dare un'occhiata o contattarmi a

http://guadagnoadsense.blogspot.com/

ne sarei molto grato!
grazie a presto


Prima di lasciare un commento, leggete qui

Posta un commento