Si ritorna


Eccomi! Spero che abbiate passato vacanze di tutto relax. Per quanto mi riguarda, le mie sono finite da un po’, già il 31 agosto ero a lavoro. Ma queste settimane di ferie sono state tutt’altro che di riposo, per me e mia moglie.

Il 17 agosto ho perso mia sorella Mary, per colpa di quello che viene definito il “male del secolo”. Già nelle settimane precedenti abbiamo trascorso tutti i fine settimana da lei (viveva a Palermo, mentre io sono di Catania), e quando anche mia moglie è entrata in ferie abbiamo fatto le valigie per assisterla negli ultimi giorni. Non sto qui a spiegare cosa è stato assistere una persona che se ne va così: chi ha vissuto l’esperienza lo sa, chi non l’ha vissuta spero che non lo sappia mai. Mia sorella fino all’ultimo è voluta restare a casa, invece di farsi ricoverare in un centro specializzato dove l’avrebbero tenuta 24 ore al giorno sotto anestesia. Probabilmente voleva continuare a combattere, e avrà pensato che se non sei lucida non puoi farlo.

Fino a due giorni prima di morire ha preparato il pesto fresco per tutti, ha cercato di restare sempre attiva, anche con i dolori che non la lasciavano un attimo.

Sono sempre stato un pessimo fratello, ma in quei giorni me la sono coccolata più che ho potuto. Le ho massaggiato le gambe gonfie fino a non sentirmi più le mani, per poi riprendere appena riacquistavo sensibilità alle dita. Era l’unica cosa che la faceva rilassare. Un po’ ci siamo ritrovati.

Non è stato facile sorridere e scherzare sapendo che ormai le parole che potevamo dirci erano contate. Abbiamo cercato tutti di farci forza e di starle sempre vicino. Non le abbiamo mai detto che ormai i medici ne avevano fatto una questione di giorni, ma di certo lei lo ha capito.

La mattina del 17 abbiamo dovuto sedarla pesantemente perchè ormai non riuscivamo più a trovare alcun altro modo per calmare i dolori. Ho telefonato all’altra mia sorella, Lucia, per dirle di raggiungerci con mia madre. In realtà ho parlato col suo compagno, perchè non è facile dirsi tra fratelli che nostra sorella ha ancora poche ore di vita.

Se n’è andata pochi minuti dopo l’arrivo di mia madre, come se l’aspettasse. Quando ormai era chiaro che stava per smettere di respirare, ho chiamato suo marito nell’altra stanza perchè le stesse vicino. E al suo fianco eravamo noi quattro: io, mia madre, mia moglie, e mio cognato. Ma la casa era piena di amici e parenti, venuti per quest’ultimo momento assieme.

Mia sorella aveva 39 anni. Ha lasciato un marito di 36, un figlio di 13 e una di 9. I miei nipoti sono bellissimi. Sabato scorso mi hanno chiamato, e la cosa mia ha toccato il cuore, visto che non ci siamo mai cercati reciprocamente (sono stato un pessimo fratello, l’ho detto prima, e quindi anche un pessimo zio).

Nei giorni successivi al funerale siamo rimasti con loro a Palermo, per dare una mano a mio cognato e ai miei nipoti ad affrontare la cosa, ma anche per darla a noi stessi. Siamo stati tutti assieme, cercando di ridere ogni tanto. Siamo stati bravi.

Quando affronti una cosa così, lunga e inesorabile, versi tante lacrime prima (di nascosto, per non darle a intendere niente). E quindi dopo sei troppo stanco per piangere ancora. Si comincia a piangere dentro, che è anche peggio. Una consolazione, per quanto potrebbe non essere capita, è il pensiero che non è stato un addio, ma un arrivederci. Non credo nella vita dopo la morte, ma qualunque cosa sarà dopo, ritroverò mia sorella.

Non ha mai saputo che pochi mesi fa abbiamo perso nostro padre, perchè i medici hanno consigliato di evitarle traumi. Ma anche questo certo lo ha capito, e avrà capito quello che cercavamo di fare.

La perdita di una sorella è una cosa diversa dalla perdita di un padre. La perdita di un genitore è una cosa direi quasi “fisiologica”: sai che avverrà, anche se speri che avvenga il più tardi possibile. E il genitore di solito è una persona anziana, o comunque molto grande, e le rughe sulla sua faccia ti preparano in un certo senso alla cosa. E per certi aspetti, il genitore è una figura un po’ distante: un’altra generazione, altre idee, altri modi di fare. Una sorella è una cosa diversa: ci si cresce assieme, si vivono le stesse cose negli stessi modi, si fa colazione assieme nello stesso tavolo con gli stessi biscotti. E un po’ lo specchio di te stesso, una parte integrante della tua vita che immagini sarà sempre presente e di fronte alla quale non hai pudori nè segreti. Perderla ti toglie identità.

E nel mio caso ti fa riflettere su quanto sei stato un pessimo fratello, e un pessimo cognato, e un pessimo zio. Ma i miei nipoti mi hanno telefonato sabato scorso, quindi c’è salvezza per questa cosa. Non farò passare troppo tempo prima di chiamarli io. Anzi, se non fosse troppo tardi li chiamerei già ora. A novembre ci vedremo per il compleanno del maschietto, e per le vacanze di Natale sanno già che li aspetto.

Ma torniamo a noi.

Quando ho cominciato questo post non pensavo che avrei scritto tutto questo, ma evidentemente sentivo il bisogno di raccontarlo. Mi piacerebbe allegare una foto con mia sorella e la sua famiglia, ma purtroppo non ne ho già scansionate.

Mi è mancato il blog e mi siete mancati voi. Non vedo l’ora già dal prossimo post di tornare a impazzire assieme cercando di far quadrare le cose. Per le lettere e i commenti abbiate pazienza, perchè sono tanti, e cercherò come sempre di rispondere a quanti più possibile di essi.

Nel frattempo, buonanotte!

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Per ricevere direttamente in posta i nuovi articoli, inserisci il tuo indirizzo email:
oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!
Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

98 commenti:

vanda ha detto...

Condoglianze Vanda

@nn@ ha detto...

Orazio, mi spiace davvero tanto... non ho parole

ti abbraccio forte, Anna

simonapinto ha detto...

carissimo Tenebrae, quando poche ore fa ho pensato fra me che in fondo su questi pseudodiari che sono i nostri blog, non ci sono mai verità profonde, non pensavo ad una cosa così grande come la morte...ragionavo fra me e me: mai letto per esempio di qualcuno disperato per i soldi o così depresso da chiedere aiuto...beh come tante volte mi capita, sbagliavo...come ognuno di noi sbaglia, come è capiatato a te- pessimo fratello e pessimo zio dici di te; peccato trattarti così male! non essere ora un pessimo uomo che si detesta...- vai avanti Orazio, non ti arrendere, procedi ringraziando queste dure possibilità che la vita ti sta offrendo- stai capendo ora quanto è importante l'attimo che si sta vivendo e non quello dopo che magari non ci è dato di vivere, quanto è importante l'amore e la presenza di chi condivide con noi il quotidiano ...è un'apertura per il tuo cuore che per me è mandata da Dio e sono certa che Mary gioirà e sognerà con te di riabbracciarti quando sarà il momento- adesso tieni solo amore nel cuore e gioisci di questo - Mando luce a te e a Mary e ai suoi bimbi e ai vostri cari

Albania ha detto...

Mi dispiace...Condoglianze

Spyke ha detto...

mi dispiace molto e ti faccio i miei piu' sentiti condoglianze!

AUTOdiMERDA ha detto...

Non avrei mai pensato in un rientro cosi drammatico. Conodglianze Paolo.

Scarabocchio ha detto...

Nessuna parola, solo un immenso abbraccio!

Enrica ha detto...

Orazio, grazie per aver condiviso con noi.
Ti leggo da tempo, ho usato qualche tuo consiglio ed anche se non tutto riesco a capire, vengo a curiosare ogni volta che scrivi un nuovo post. Nonostante il tuo sia un blog "tecnico" emerge e si tocca la tua grande umanità ed è proprio per questo che sei fra i miei blog preferiti.
Sarai uno zio meraviglioso nonostante la lontananza con i tuoi nipoti e sono sicura che troverai la maniera di bilanciare lontananza e presenza. Ne avranno bisogno.
Enrica

Rosalba ha detto...

Non ci spetta giudicare e giudicarci, sappi che ci sono disegni che non conosciamo ma scritti per arrivarci a fare un percorso. Il tuo è un grande percorso di sofferenza e si sente. Si sente visto che lo hai scritto qua. E' stato un modo per chiedere scusa pubblicamente alle persone che ami. La fortuna è stato stare con una persona splendida come tua sorella, che comprendo nella sua dignità di madre e di donna.
Reciprocamente avete imparato tanto l'uno dell'altro: lei ti ha insegnanto la dignità e il perdono e tu le hai insegnato l'umiltà. E umile è il tuo post segno di rinascita e di nuovi sentimenti seppure segnati da un dolore inimmaginabile.
Un abbbraccio

Vinnie ha detto...

Ciao Tene, mi dispiace condoglianze

cinzietta ha detto...

Un abbraccio fraterno e stretto stretto. Non lasciare che questo filo di unione creatosi adesso con i tuoi nipoti si rompa di nuovo. Coltiva il tuo amore per loro, chiamali spesso e vai anche tu a trovarli.

Perline e bottoni ha detto...

Mentre ti leggevo mi è spuntata una lacrima. In questo periodo della mia vita piango spesso. Ognuno di noi ha una "croce" da portare. Io sto per separarmi con 3 figli ancora relativamente pccoli e molte angosce per il domani. Ma ho scoperto la "compassione". Ho imparato a soffrire insieme, a condividere una sensibilità nuova che prima non avevo e mi sta facendo diventare migliore. La perdita di tua sorella è un dolore straziante certamente. Immagino anche la tua sofferenza per tua madre che dopo il marito ha perso una figlia. Ma sfrutta questo dolore per rinascere. Per rinsaldare i rapporti, per sostenervi a vicenda, per ridimensionare le priorità della vita. Mi auguro che i tuoi nipoti riescano a trovare un pò di serenità. Sta loro vicini, magari con lo strumento che conosci meglio, internet. Tu sarai sempre, per loro, il fratello della mamma. Una lacrima per te e per i tuoi cari.

nicole c ha detto...

Orazio mi dispiace tantissimo!!Condoglianze e un grande abbraccio!

furfecchia ha detto...

un abbraccio.

katiu ha detto...

Un abbraccio.
Condoglianze.

Fabri ha detto...

ciao Orazio,
è in momenti come questi che ho più difficoltà ad esprimermi... l'affetto e la vicinanza di molte persone ti farà sicuramente piacere certo. Ma io non so praticamente cosa dirti, posso solo immaginare la tua situazione e di tante frasi che se mi sforzo riuscirei a scrivere ai miei occhi risulterebbero comunque delle "frasi fatte". Troppe parole in certi momenti stonano.
Sappi che se fossi lì con te ti abbraccerei fortissimo, altro non mi verrebbe e no riuscirei a fare!

Ti sono vicino mio caro.

Fabri, uno dei tanti pessimi fratelli

6nervoso ha detto...

...non esistono pessimi fratelli. Spesso ci perdiamo tra gli ostacoli,le prove e le incomprensioni di cui il nostro percorso individuale è disseminato.Ciò che Le hai "dato" nel momento di estremo bisogno ha un valore che non puoi neanche immaginare.ho perso mio padre per lo stesso "motivo" e ho rischiato che,pochi mesi fa,ciò si ripetesse con mia sorella.Non sono stato un "pessimo figlio" ne tantomeno credo di essere un ottimo fratello,so soltanto che tuttociò che mi accade intorno mi deve spingere a migliorare e a fare migliorare chi è intorno a me...
Ti abbraccio.

Stupid Cupid ha detto...

Faccio le mie più sentite condoglianze a te ed alla tua famiglia.

Merybi ha detto...

Mi dispiace tantissimo, e capisco come si attraversa questo periodo ...A luglio è morto un mio collega d'ufficio (49 anni), lavoravo con lui da 30 .... Non si è mai arreso, come noi del resto ... increduli e speranzosi sino alla fine.
Ti sono vicina e ti porgo le mie più sentite condoglianze.

Azabel ha detto...

Ti lascio un abbraccio...

Michele ha detto...

In questi casi le parole non servono
diventano ridicole
Condoglianze
Mi spiace
Michele pianetatempolibero

Mamma che fatica! ha detto...

Hai fatto benissimo a raccontare la tua esperienza, adesso che mi sono asciugata le lacrime, ti dico: coraggio!

Devilnax ha detto...

Un grande abbraccio.. mi dispiace!

TupacaMauro ha detto...

il suo sorriso è nel vento...

Dany ha detto...

Mi spiace molto sono momenti difficili da affrontare.

evergreen ha detto...

Un abbraccio solidale e fraterno. La perdita di una persona cara che soffre significa sì un grande dolore ma anche la fine delle sofferenze sia per lei che per coloro che le sono stati vicini. Condoglianze vivissime e grazie per i preziosi consigli.

michele ha detto...

Ho letto tutto d'un fiato il tuo post. Sono figlio unico ma capisco la tua sofferenza. Ti deve consolare il fatto che tua sorella ha smesso di soffrire, purtroppo o per fortuna, dipende dai punti di vista,non esiste la possibilità di far terminare i patimenti riguardanti, come dici tu, il male del secolo e quindi vivere lo strazio del dolore altrui diventa insopportabile e di fronte a richieste di aiuto tipo "fammi morire" (detta da mio padre due giorni prima di andarsene per sempre) ti fa sentire impotente. Condoglianze!

VLOG SORDI ha detto...

Non ci sono parole per descrivere questo dolore.. Vi porgo le mie sincere condoglianze! Lorenzo

Ketty Formaggio ha detto...

Condoglianze, il mio cuore è accanto al tuo.
Ketty

Noy a.k.a. Manah ha detto...

:(

Amelia ha detto...

sarai uno zio fantastico!!
un abbraccio condoglianze
Manuela

Den ha detto...

Cerca di trovare la forza e il coraggio di andare avanti. I tuoi nipoti hanno bisogno di te. Condoglianze

katia ha detto...

ti abbraccio forte!!! Katia

Manuela ha detto...

Condoglianze, ti sono vicina.
So cosa vuol dire accudire una persona che è già predestinata e fare finta che tutto vada bene.
Io ho solo mio fratello e ti capisco.
Manu

ilgirasolecreativo ha detto...

Ti vorrei scrivere mille cose, vorrei trovare delle parole che ti facciano stare meglio, ma credimi, non ci sono.
In quei giorni ti ho pensato e ripensato stando sempre in silenzio e informandomi di te e di tua sorella,con quella persona straordinaria che hai accanto.
La vita è un lungo percorso, purtroppo tua sorella non ci sarà domani, ma ci sono i tuoi nipoti.
Goditeli, amali, gioca con loro e sii presente.
Non importa cosa è stao ieri, domani li abbraccerai e tua sorella sarà felice perchè sarai con loro, la persona dolce e sensibile che tu sei.
Non pensare troppo se chiamarli o no, fallo e basta.
Anche loro saranno felice della tua telefonata come lo sei stato tu.
Non vedo l'ora di vederti per poterti abbracciare e basta.
Un bacio

elitebirdfly ha detto...

Parlane piu' che puoi e piangi piu' che puoi, non tenere niente dentro, col tempo le lacrime arrugginiscono dentro e ti fanno ammalare. Sei stato quello che sei stato, ne' pessimo, ne' ottimo, ma quello che sei. Non tenere rimorsi ne' rimpianti. Tua sorella ti ha voluto bene perche' eri TU e basta. La sensazione e' quella di aver perso un pezzo di cuore che non ritroverai piu', e devi tenerlo vivo mettendoci sopra le garze. Dicono che il tempo guarisce le ferite, ma ho riscontrato che, invece, piu' passa, piu' diventa pesante la mancanza. Ti sono vicina, sinceramente. In bocca al lupo, non perdere la testa e tieni aperti gli occhi e il cuore per le persone che hai vicino e che puoi abbracciare ancora. Un bacio. Elisa.

peter79 ha detto...

Condoglianze.

Daniela Vetro ha detto...

Le mie condoglianze più sincere.
Un abbraccio speciale ai tuoi nipotini, so già che in loro vedrai vivere ancora tua sorella!

Daniela

zoagli_2007 ha detto...

un grandissimo abbraccio zoagli

Giuliana ha detto...

Mi dispiace, ti faccio le mie condoglianze e un abbraccio forte. Ho visto che hai già ricevuto tante belle parole di conforto e volevo dirti anch'io di farti forza, guardare avanti e cercare di stare vicino ai piccoli e ai tuoi cari. Io a dicembre ho perso mia mamma e ancora adesso mi dispiace di non esserle stata vicina, di non essere stata là con lei nel momento dell'addio, ma avendo una bambina piccola, ho tardato, pensavo ci fosse più tempo e invece...Ha sofferto molto e noi come voi abbiamo sofferto con lei. Non ci rimangono che i ricordi e nel nostro cuore ci saranno sempre.

DR ha detto...

Un abbraccio. Sono certo che sarai un ottimo zio.

Daniele

Iole ha detto...

Mi dispiace tantissimo.
Le mie più sentite condoglianze.
Tua sorella, che ora è insieme al tuo papà, continuerà a volervi bene e a proteggervi da lassù.

Iole

the Tramp ha detto...

Ciao Orazio, mi dispiace tantissimo e sono enormemente e sinceramente commosso. Aprendo il reader ero felice di saperti tornato all'opera, ma mai mi sarei aspettato tutto ciò.Per quanto possa valere, ti sono vicino in questo triste momento. Ti auguro inoltre di tutto cuore di recuperare al più presto il rapporto con i tuoi nipoti e tuo cognato. Un abbraccio enorme.

Claudio Parker ha detto...

Le mie più sentite condoglianze.

Muni ha detto...

Poco tempo fa la madre di un amico d'infanzia se n'è andata per lo stesso motivo, ci ha chiamato al telefono per dircelo, due giorni dopo non c'era più. Mi dispiace molto, e te lo volevo dire perchè sento di avere un debito verso chi mi ha aiutato, anche senza saperlo, ad aprire il mio blog.
Ti sono vicino,
un saluto da Palermo,
Simone

Ricciolo Creativo ha detto...

Accidenti! non pensavo che un commento su un blog potesse emozionarmi così tanto. Ognuno di noi ha le sue sofferenze nel cuore, i suoi rimorsi e rimpianti le cose che avrebbe voluto fare e non ha fatto, quelle che ha fatto e non avrebbe voluto fare, insomma ognuno di noi vive la vita come meglio crede e come meglio riesce a fare. Ho perso mio padre da pochi mesi, e mia madre da 14 anni, ma la sofferenza per entrambi la porto con me nel mio cuore in silenzio, cerco di ristabilire un rapporto con mio fratello e con mia sorella ma non è sempre facile. Ma credo che nel momento in cui senti la necessità di fare qualcosa, quello è il momento giusto di agire. Quindi cerca di stare vicino ai tuoi nipoti e cerca di goderti al meglio il tempo con loro senza rimpianti. Un abbraccio Beatrice

Pinella ha detto...

Ti avevo scritto delle cose ma....si sono perse nell'aria.
Posso solo dirti che mi dispiace che tu stia soffrendo.Fatti consolare un po' e come hai scritto....le persone care le rivedremo. Non so come ma le rivedremo.

paola ha detto...

un abbraccio e una preghiera
paola

Anna ha detto...

immagino come ti senti perchè anch'io ho avuto un'esperienza simile. Mi dispiace. Condoglianze.
Anna

giovanna ha detto...

Sono commossa, mi viene dal cuore un fortissimo abbraccio.
coraggio Orazio, in queste circostanze poi ci scopriamo forti.
g

sweetcook ha detto...

Non so cosa si provi, posso solo immaginare. Quello che hai scritto mi ha fatto venire i brividi. Nel tuo post oltre a tanto dolore ho intravisto anche speranza, che alla fine, vuoi o non vuoi, è quella che ci fa andare avanti. Condoglianze. Roberta.

La Cucina di Apicius ha detto...

Ti capisco....condoglianze e stai su per i tuoi nipoti.
Cristiano

Simmypig ha detto...

Carissimo io CAPISCO quelle lacrime versate prima e le lacrime che rimangono dentro a soffocare l'urlo di dolore, io ho perso l'11 mia zia,ormai neanche la MORFY faceva più effetto e per strano possa essere da aprile che pregavamo per farla stare meglio a giugno pregavamo perchè il signore ponesse fine a quelle urla.Scusa invece di farti forza mi sono lasciata andare...ti sono vicina SIMONA

Lulaj2190 ha detto...

Le mie più sentite condoglianze.
Un forte abbraccio. Ernesto

Silva ha detto...

non dire che sei stato un pessimo fratello, sei stato con lei nel momento in cui ne aveva più bisogno, hai avuto la possibilità di recuperare il tempo perso precedentemente! sono sicura che tua sorella darà la forza a tutti quanti per superare questi momenti tristi! ora i tuoi nipoti saranno quelli che avranno più bisogno di affetto!
un abbraccio
Silva

Dual ha detto...

Ti capisco..anche io ho perso una persona molto speciale col male del secolo...Mi strigo a te e alla famiglia di tua sorella...
Dual

Snapshot83 ha detto...

non ti conoscevo prima di un paio di giorni fa.. Ma sei come me di Catania e so quanto possa far male una notizia così.. soprattutto vissuta in prima persona.. Una sorella è il bene più prezioso che si possegga. lo so da me..
Ti abbraccio e ti sono vicino, col cuore...

Buona vita, sperando di superare questo momento difficile..

Snapshot83

Manu ha detto...

UN caloroso abbraccio
e sono sicura che saprai dare molto affetto ai tuoi nipoti

Manu

Barbara ha detto...

Un abbraccio forte! I tuoi nipoti sono lo specchio di tua sorella; la sua vita continua in loro... goditeli!!!

Marina ha detto...

Condoglianze. 39 anni è una età davvero giovane, non si dovrebbe morire così. Purtroppo ognuno di noi ha il proprio destino, e le proprie sofferenze.
Marina

mary47 ha detto...

Sentite condoglianze a tutta la famiglia. Un abbraccio a tutti Voi.

azzurra ha detto...

ciao.....
ti ho inviato una mail
un abbraccio
azzurra

Tiziana ha detto...

hai ragione orazio certe cose le capisce solo chi ci passa....purtroppo e per fortuna!
conosco il dolore di perdere una sorella ,un padre e una madre dopo atroci sofferenze,per me il 29 agosto è una coltellata al cuore mia mamma a distanza di 20 anni ha "aspettato" quel giorno per raggiungere mia sorella morta di parto,le parole non bastano,ti aiutano ma non ti fanno dimenticare le sofferenze degli ultimi giorni,ma il dolore passerà lasciando il posto ai momenti lieti e alle parole dette con affetto....tua sorella c'è negli occhi,nei gesti e nelle parole dei tuoi nipoti....ti sono vicina

patty ha detto...

Vi sono vicina
Un forte abbraccio
pat

Tania ha detto...

Mi dispiace davvero tanto e non posso che dirti che ti sono vicina.

Claudia ha detto...

Mi dispiace tantissimo per quello che ti è successo.. davvero molto... non ho parole.. non ho parole.. ti lascio solo un forte abbraccio!

www.cromobox.com ha detto...

sentite condoglianze

Radames ha detto...

Non ci sono tante parole di fronte a eventi simili, ma mi unisco al genuino affetto da parte dei tanti che qui ti leggono sempre con piacere.
Sarò brutale e forse troppo diretto, ora hai la possibilità di essere uno zio diverso, come avresti desiderato e come credo desideri.
Loro hanno bisogno di una voce amica, di una voce che li ascolti o li stimoli, non mancare questa opportunità, anche tua sorella ne sarà lieta, ne sono convinto.
Un abbraccio e grazie per avere condiviso qui questo momento delicatissimo della vostra vita famigliare.

Walter ha detto...

Condoglianze

Annelise ha detto...

ciao Orazio,
sono sicura che le parole con le quali hai descritto tua sorella...le faranno molto piacere, ovunque lei sia. Ti saluto e Ti abbraccio forte.
Annalisa

raffaele ha detto...

un forte abbraccio

gaz ha detto...

Che riposi in pace!

giuliana

Tenebrae ha detto...

grazie a tutti, davvero... tutti i vostri commenti, e le mail che mi avete scritto, sono cose che fanno bene al cuore

è vero, il dolore è ancora forte (ho pianto mentre scrivevo il post), ma in un certo senso sto cercando di ritrovare un mio equilibrio... in questi giorni tante cose della vita quotidiana mi sono apparse diverse... e le sto affrontando in maniera diversa da come avrei fatto prima

ci facciamo tanto soffocare dalle piccole cose di tutti i giorni, ma a conti fatti se si riesce a guardarle con il giusto occhio ci si rende conto di come spesso siano piccole avversità, che basta affrontare con spirito diverso per cambiarle o viverle in maniera diversa

perchè esperienze come quella che ho vissuto io, e come purtroppo tanti di voi hanno vissuto o stanno vivendo, non si esauriscono solo nella perdita di una persona cara, ma ti colpiscono in maniera più esistenziale, più intima, e ti ricordano che ci sono veri problemi e una fine che tutti dobbiamo affrontare

avevo preparato un post per questa sera, per tornare tutti assieme nel consueto tran-tran, ma non ce l'ho fatta dopo aver letto i vostri commenti e le vostre mail, ho voluto sospendere questo momento ancora per un po', e ho voluto ringraziarvi

ogni singola parola, ogni singolo commento, sono stati apprezzatissimi, sinceramente... vi sento molto vicini!

un abbraccio forte a tutti

Massimo ha detto...

Sentite Condoglianze

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ti abbraccio forte forte.
Sonia

Lucia Alocchi ha detto...

Condoglianze anche da parte mia.

Lucia Alocchi

lella ha detto...

Orazio,
non avrei mai immaginato una cosa del genere;il bello è ke ci siamo scritte con mary e non mi ha accennato al problema,anke se capisco ke era giusto mantenere una certa privacy sull'argomento.
Mi spiace xkè ho anke skerzato un pò sulla tua assenza...... scusami non sapevo.
Dirti quanto mi possa dispiacere è scontato;ricordo benissimo quando è stato di tuo padre e non è passato molto tempo.
hai dovuto incassare 2 sconfitte nella vita a distanza di poco tempo e questo ti avrà reso sicuramente così amareggiato da farti delle introspezioni talmente negative ke non meriti assolutamente.
Tu non devi dire ke sei stato un pessimo fratello e zio xkè sai benissimo ke nella vita,quando ognuno di noi forma un famiglia,si prendono strade diverse,magari ci si allontana x motivi di tempo,ma i nostri cari li amiamo sempre,li abbiamo sempre nel cuore.
Non devi rimproverarti,non è vero assolutamente;la tua è solo una giustificatissima rabbia,l'impotenza di non aver potuto far nulla x aiutarla,ma non avresti potuto xkè non abbiamo il dono di far miracoli.
Ti sono vicina ,amico mio,credimi!
Ho le lacrime agli okki ed il cuore in gola;quando avvengono queste cose,quando avverto l'impotenza dell'uomo davanti a certi mali,quando vedo giovani vite distrutte e famiglie allo sbando...........rimango attonita e impaurita.
Fatti forza e non autolesionarti mentalmente:tu nn hai colpa alcuna!!!!!
hai fatto molto bene a sfogare la tua rabbia anke in un post,spero ti sia servito a farti capire ke ti siamo tutti molto vicini.
un forte abbraccio
Lella

Antonella ha detto...

Mi dispiace tantissimo Orazio....ricordo il lutto di tuo papà, poco tempo fa e ora.....leggere questo mi ha messo una profonda tristezza...un grande abbraccio a te e alla tua famiglia. Restate uniti....i ragazzi hanno bisogno di tutti voi.......

Neverland ha detto...

Qualunque parola mi sembra inadeguata,ti abbraccio.

€llY ha detto...

Caro Orazio, leggo solo ora il tuo post...mi dispiace molto... è normale il tuo bisogno di scriverlo, hai fatto bene a condividere il tuo dolore con noi. Infondo anche se non ci conosciamo di persona noi siamo i tuoi "amici del blog", non lo scordare!

Volevo anche dirti che nessuno è perfetto e non pensare di essere stato un pessimo fratello, tutti facciamo degli errori. Sicuramente tua sorella da lassù ti guarda e ti vuole bene.

UN ABBRACCIO FORTE E BUONA DOMENICA! :)

Ezio Maletto ha detto...

Ciao Orazio,
quanto ti è successo mi dispiace molto, grazie per aver voluto condividere quanto provi con chi ti segue, secondo me sei una bellissima persona che in questo momento si sente molto più inadeguata del reale.
Succede ogni qualvolta la vita ci ricorda quanto noi esseri umani siamo piccini.
Coraggio. Un abbraccio anche da parte mia,
Ezio Maletto

Giulia ha detto...

passavo qui per caso.. per caso volevo lasciarti un commento per complimentarmi con te di questa utile guida..
insomma mi spiace.. non so cosa si possa provare a perdere una sorella così giovane.. ho pianto, perchè a 39 anni e due bambini non dovresti andare via.. ed essere bravi o cattivi, qui non c'entra.. e dici che tua sorella capiva quello che non le era stato detto, anche il tuo affetto le sarà arrivato, perchè credo anzi spero che quando sai di dover andare l'amore degl'altri ti arrivi anche senza prole o gesti eclatanti.. e se credi di aver bisogno di riscatto i tuoi nipoti sono la strada, sono il futuro, la vita. Insieme riuscirete a superare questo dolore..

Simona Gargiulo ha detto...

ho una tristezza infinita nel cuore, non ci sono parole per esprimere quello che provo quando leggo e sento notizie del genere!!!
Ti sono vicina e mi raccomando, riallaccia e nutri il rapporto con i figli, sono parte di lei e vivono ancora in lei, è l'unico modo per averla vicina ancora!;-)
un abbraccio forte,
Simona
p.s. una frase che mi diceva sempre mio marito quando ho perso mio padre mi ha aiutato tanto nei momenti di sconforto...non piangere perchè lui non vorrebbe vederti soffrire così

—(•·÷[CinepaZ]÷·•)— ha detto...

Sentite condoglianze, ti siamo tutti vicini, un saluto Sandro

Stefania ha detto...

Un grande abbraccio, in questo momento non trovo altre parole per starti vicino.
Stefania

Xelius ha detto...

Mi dispiace molto...

Mi capita ogni volta che leggo qualcosa di brutto che è successo mentre ne ero inconsapevole...

Quando ciò accadeva io ero tranquillo, leggermente preoccupato per la fine delle vacaze ma tutto sommato felice.
Magari mi impegnavo a rendere migliore il blog, usando i tuoi mille consigli e aiuti.

Perciò ti ringrazio e ti porgo le mie condoglianze per un momento così terribile che hai dovuto passare.

Saluti,
Xelius

ec.log ha detto...

non so mai cosa dire in questi casi..
un abbraccio, ciao

MAX89X ha detto...

Condoglianze Orazio...ciao!

chiara ha detto...

caro Orazio..io ne so qualcosa..ma a differenza tua non ne parlo volentieri. Sappi solo che ti capisco e ti sono virtualmente vicina.
un abbraccio
chiara

Tenebrae ha detto...

grazie ancora a chi ha lasciato un commento. sto seriamente pensando di stampare questa pagina per fare leggere alcune frasi a mio cognato.

anche da sconosciuti, una parola di conforto fa sempre bene al cuore

@chiara: in realtà, anch'io ho evitato di parlarne prima sul blog, e persino i miei più cari amici non sapevano niente... forse era un modo per non dare corpo alla paura, in un certo senso non parlarne fa magari illudere che la cosa non ha importanza perchè verrà superata

non era mia intenzione neanche parlarne in questo post, ma come ho scritto la cosa è venuta da sè, e devo dire che dopo non mi è dispiaciuto: sfogarsi fa bene, e mi ha fatto apprezzare ancora una volta di più le persone che "virtualmente", qui, mi circondano

se stai affrontando qualcosa di simile, auguro a te e a chiunque altro di cuore che le cose possano risolversi bene. sinceramente.

@lella: come ho detto sopra, ho evitato di parlarne (e mary ha rispettato questa cosa)... ma già quando ci siamo incontrati avevo questo peso addosso... ti ringrazio delle tue parole e della tua vicinanza "a distanza", so che sono sentite e per me sono molto importanti

anna the nice ha detto...

Oggi visito per la prima volta il tuo blog e mi trovo tra le righe un uomo che riesce ad aprire il suo cuore con grande generosità e vuole condividere con gli altri la sua storia, il suo dolore. Di solito ho parole per tutto, ma al dolore non riesco a dare voce. Solo silenzio e un abbraccio.
Tornerò a trovarti e parleremo di altro.
A presto
Anna

usagi ha detto...

sentite condoglianze!

Fabiola Giannini ha detto...

Mi hai fatto riflettere sul rapporto con i miei fratelli e i nipoti; dalle tue parole si sente il macigno del dolore e questo fa di te una persona ancora più vera. Qui non c'è nulla di virtuale, magari lo fosse! Ti sono vicina nel comprendere le priorità del tuo prossimo futuro. Un bacio ai tuoi nipoti da parte mia.

lenny ha detto...

Mi sono commossa leggendo il tuo racconto: vivo una situazione simile, anche se nella fase iniziale, la diagnosi della malattia ci è stata comunicata un anno fa ....
Ti sono vicina!!!!

kokoro ha detto...

Ho letto il tuo racconto e mi sono commossa. Mi dispiace molto per quanto è accaduto alla tua famiglia e ti faccio le mie condoglianze. Una cosa bella però c'è: hai ritrovato la tua famiglia e in loro rincontrerai tua sorella. Non è poco.
Ti abbraccio con tanto affetto.

attirma ha detto...

Purtroppo comprendo il senso di impotenza che si prova nell'impossibilità di aiutare un nostro caro malato terminale.
Non essere troppo severo con te stesso, i troppi impegni della vita allontanano anche i fratelli, ma non per questo smettono di amarsi!
Ti mando un saluto da Genova.
Ciao, annA

amiche decoupine ha detto...

sono stata qualche secondo con le mani sulla tastiera per cercare qualcosa da scriverti, parole che dicano la mia solidarietà, sulla quale puoi contare anche se non ci conosciamo... ma la commozione che ho provato leggendo questa splendida dichiarazione d'amore verso tua sorella e la mestità dell'evento attraverso il quale l'hai ritrovata e perduta, mi hanno sopraffatta e inutili lacrime solcano le mie guance.... forse sono troppo sensibile e non sono certo una buona consolatrice, ma forse oggi hai insegnato molto di più di quello che scrivi tutti i giorni, ci hai insegnato a ritrovare gli affetti familiari! Non rischiare di perdere nuovamente il dialogo con i tuoi nipoti e che il Signore vi assista tutti! Un caro saluto.
Penny.

giovanna ha detto...

solo ora leggo tutto ciò e una tristezza infinita mi attanaglia dentro.....per un attimo ho immaginato che fosse successo a me ed anch'io mi sono sentita una pessima sorella.....però grazie a dio io posso ancora recuperare ....grazie per avermi fatto riflettere.


Prima di lasciare un commento, leggete qui

Posta un commento