Social network a cui segnalare i post: meglio pochi ma buoni


Il passaparola è un potente strumento per accrescere la popolarità di un blog, specie per quelli non strettamente legati all’utilizzo di parole chiave particolarmente cercate. Prendiamo per esempio il blog di Beppe Grillo: a me è capitato di visitarlo ma certo non perché mi sia svegliato una mattina e abbia cercato “Beppe Grillo” su Google. Tra l’altro non mi è mai capitato di trovarlo tra i risultati di ricerca neanche cercando temi di attualità. E’ solo il passaparola che l’ha reso uno dei siti in assoluto più visitati in Italia.

Un altro esempio meno popolare ma che rende perfettamente l’idea è l’articolo di Alberto Falossi sulla pubblicazione online delle dichiarazioni dei redditi degli italiani, che grazie al passaparola ha ricevuto oltre 100.000 visite in due giorni. Leggetelo perché potrebbe esservi di ispirazione.

I social network possono svolgere un ruolo chiave in questo meccanismo: anche un singolo articolo di qualità può innescare una reazione a catena e aumentare la popolarità di un blog. Per questo più volte ho fornito vari strumenti per permettere ai miei e ai vostri lettori di condividere i post in rete.

Anche in questo caso, dopo diverse prove, le prove su strada mi hanno fatto capire che la qualità conta molto più della quantità.

Social network

Pulsanti per segnalare gli articoli sui social network

Ho fornito nel corso del tempo due diversi metodi per permettere ai lettori di segnalare i post sui social network. Prima questo, con i maggiori servizi italiani:

Social network

Poi ho inserito i singoli pulsanti con contatore solo di Facebook, Twitter e Google Buzz (nel momento in cui scrivo, quest’ultimo servizio sembra non funzionare, dovrò proporne uno alternativo):

Social network

Non è esattamente come apparivano (li ho tolti nei giorni scorsi), ma rende l’idea.

Secondo voi quale delle due combinazioni di pulsanti ha generato più click e quindi mi ha portato più visite? Se avete risposto “la seconda” avete vinto un panettone per Natale.

Diamo la parola a Google Analytics

Ho inserito i pulsanti con contatore il 10 gennaio 2010. Ricordo esattamente la data perché me l’ero segnata per studiare l’andamento delle due diverse combinazioni di pulsanti. Proviamo a vedere come sono cambiate le visite in arrivo da Facebook dal 10 gennaio in poi (ho messo un puntino rosso per evidenziare la data):

Social network

Direi che il cambiamento si nota subito. Il grafico va da metà dicembre a metà febbraio.

Come vedete, il numero di visite in arrivo da Facebook è aumentato considerevolmente, e non è stata solo la novità del momento. Significa che gli utenti hanno cominciato a condividere costantemente di più i miei articoli su Facebook.

E faccio presente che il fenomeno non è dovuto a un improvviso aumento di visite al blog. Basta guardare il traffico totale per vedere che non ci sono stati cambiamenti significativi:

Social network

Questo secondo grafico fa notare come l’aver tolto gli altri pulsanti (Wikio, OkNotizie, e compagnia varia) non ha fatto diminuire le visite complessive al blog che anzi sono aumentate.

Cosa è cambiato

Perché le due combinazioni di pulsanti hanno dato risultati così diversi? La prima ha dei problemi di base:

1) I pulsanti sono poco visibili

2) Sono tanti e quelli chiave si perdono nella massa

3) Hanno molti servizi che la maggior parte degli utenti non conosce

Mentre gli altri hanno dei punti a favore:

1) I pulsanti sono più grandi e si notano subito

2) Sono pochi quindi si riconoscono facilmente

3) Facebook, Twitter e Google Buzz'? Ne ho sentito parlare/Li uso tutti i giorni/Sono la moda del momento

Morale della favola?

E’ difficile trarre delle conclusioni assolute e anche i grafici di Analytics possono portare a molte interpretazioni, ma io come voi sento “a pelle” l’andamento del mio blog e ho visto che i miei articoli venivano segnalati più spesso. Per questo da tempo la mia regola è diventata da tempo “semplificare”.

Non è detto che valga sempre e per tutti i blog/siti: ognuno deve provare con le proprie mani e vedere come cambiano le cose. Nel mio caso, comunque, concentrarmi su pochi servizi giusti ha portato risultati molto positivi.

Adesso sto provando una diversa combinazione:

Social network

Vi farò sapere come va.

Se avete opinioni o esperienze in merito vi invito a condividerle con me e con gli altri lettori.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Per ricevere direttamente in posta i nuovi articoli, inserisci il tuo indirizzo email:
oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!
Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

13 commenti:

Gigi ha detto...

Ormai il passaparola nel web 2.0 ha un valore davvero importante, i social network più importanti secondo me sono solo i primi 2 per quanto riguarda l'Italia, non so il tuo traffico su Buzz quanto è forte ma credo che comunque qui da noi sia davvero poco diffuso.

Non so se ti può interessare per un post o qualche iniziativa tua da lanciare, ma sempre nel discorso del "passaparola" farei rientrare questa iniziativa:
http://www.paywithatweet.com/

E' un modo carino, creativo e intelligente di diffondere i propri contenuti nella rete.

Complimenti per il post e per le icone dei social! =D

Michele ha detto...

ciao
'parole sante' le tue
e' inutile mettere tante iconcine inutili
condido pienamente la tua scelta verso i piu' significativi di questo momento:Facebook, Twitter o Google Buzz
ma aggiunderei anche OKnotizie
BEN VISIBILI!
ciao Michele pianetatempolibero

Nella mia soffitta... ha detto...

Ciao! Mi chiamo Chiara e sono una tua "fan" da un pò di tempo... :-)
Grazie al tuo blog sono riuscita a rendere il mio un pò più "carino" trovando tante soluzioni utili ed interessanti... A tal proposito.. complimentissimi per questo tuo meraviglioso angolo di web... Insomma.. Di siti che spiegano in modo così chiaro, semplice ed intuitivo come "lavorare" con Blogger in giro non ce ne sono!
Volevo innanzitutto chiederti scusa se mi intrometto così scrivendo un commento ad un post che non centra niente con il mio piccolo problemino... In realtà volevo scriverti in privato.. ma non sono riuscita a trovare il tuo indirizzo mail...
Volevo chiederti una piccola consulenza... Tempo fa ho modificato alcune impostazioni relativamente al numero di post/pagine visualizzabili sul mio blog...
In particolare sono passata dalla visualizzazione "Post precedente" - "Home" - "Post successivo".. a quella "Pagina 1 di..."
Ecco.. io ora vorrei tornare alla visualizzazione precedente.. ma non so proprio come fare...
Immagino che riceverai tantissime richieste di consulenza... ma se riuscissi ad aiutarmi... te ne sarei immensamente grata...
Grazie mille comunque... ed ancora complimenti!
Chiara

enrico ha detto...

Mi piacerebbere mettere le tre icone come hai mostrato tui nel post, ma non ho capito come devo fare.
Mi sembra molto interessante
Grazie
enrico

eli ha detto...

Ho la stessa domanda di Enrico
Grazie!

Vinnie ha detto...

Belli i nuovi pulsanti che hai messo, quasi quasi....;)

Io sono del parere, dato che non appesantiscono la pagina (almeno non eccessivamente), che si possono mettere tranquillamente perchè è sempre un qualcosa in più per attirare maggior traffico e far conoscere lo spazio web a più persone.

Nurix ha detto...

Io ho inserito nel mio blog Parola di Bonobo la barra share is sexy... quella presente nei blog wordpress per intenderci...
Inoltre ho messo il pulsante mi piace per facebook e volevo sapere se quest'ultimo è un metodo efficace per aumentare le proprie visite...

Grazie

Tenebrae ha detto...

@gigi: grazie, darò un'occhiata

@michele: aver tolto OKNotizie nel mio caso non ha cambiato molto le cose, anche se sicuramente ci sono casi e casi... purtroppo non ha un pulsante con contatore discreto

@chiara: abbi pazienza, ma rispondo domani con calma :)

@enrico: visto che vi interessa, dedicherò presto un articolo alla cosa, anche se ancora non ho avuto modo di testarne il rendimento

@eli: come sopra

@vinnie: è questa la fregatura :) a me è risultato molto più produttivo mettere bene in evidenza pochi servizi che darne tanti che non attirano l'attenzione

@nurix: la barra share is sexy ha il suo perchè ma contiene molti servizi non italiani o poco usati in italia

ho pensato più di una volta di dedicarmi a farne una coi servizi italiani, magari vista la sua particolarità è un'alternativa valida

credo poco nel pulsante "mi piace" di facebook, anche se l'ho visto usare da siti e blog molto blasonati... non ho avuto modo di testarlo, ma a occhio lo vedo bene solo in certi casi specifici

Piello ha detto...

Visto che centra con le visite ho notato che io ho il 54% di nuovi visitatori, cioè che il 54% dei miei visitatori giornalieri (circa) è per la prima volta capitato sul mio blog. La mia domanda è "E' meglio avere una maggioranza di nuovi o di visitatori "fedeli" ?"

enrico ha detto...

Io ho inserito i pulsanti nel modifica post come avevi indicato, ma non compaiono. Che fare?

Nella mia soffitta... ha detto...

Grazie mille... quando vuoi.. se vuoi...
:-)
buona giornata!

Devilnax ha detto...

Ciao Orazio, io sono un grafico web designer e come immagini questo è uno degli argomenti che affronto più spesso.
Come hai ben detto il mondo dei social network ha cambiato notevolmente non solo il modo di navigare ma anche l'approccio all'informazione che nel tempo è diventata più fruibile grazie alla condivisione dei dati.

Facebook fin'ora ne è il fautore e a mio giudizio qui in Italia è l'unico che funzioni.
Twitter sebbene abbia quasi lo stesso scopo, ha un gran numero di spammer che tendono a pubblicizzare se stessi prima ancora di dare informazioni utili.
Buzz è un altro mondo a cui sinceramente non mi sono neanche mai avvicinato più di tanto proprio perchè a mio giudizio non riuscirei a seguire tutto quanto.

Confermo quindi la tua tesi in quanto l'idea di utilizzare pochi pulsanti (Principalmente quelli conosciuti) agevola l'utente a restare legato ai servizi che usa costantemente senza doversi confondere davanti a 50.000 iconcine di social.. molto spesso inutili.

Tenebrae ha detto...

@piello: potrebbe essere l'argomento di un post, visto che la risposta si fa lunga

per i click sugli annunci google, è meglio avere nuovi visitatori

i fedeli comunque sono la vera ricchezza di un blog

@enrico: potrebbe essere un problema legato alla struttura del template, perchè non provi con quelli che ho pubblicato proprio stasera?

@devilnax: condivido tutto quello che hai scritto

twitter è un grande strumento, ma come dici tu è spesso usato male

io ho scelto i tre più conosciuti, ma già l'ordine in cui li ho disposti da l'idea delle mie preferenze


Prima di lasciare un commento, leggete qui

Posta un commento