Google aggiorna il suo algoritmo e si mietono già le prime vittime innocenti


Nelle ultime settimane Google ha aggiornato l’algoritmo di restituzione dei risultati del suo motore di ricerca ma solo qualche giorno fa è stata fatta una dichiarazione ufficiale che mette in evidenza le modifiche apportate e il loro impatto. E’ un’operazione che viene fatta periodicamente ma a quanto pare questa volta i cambiamenti avranno una ripercussione maggiore del passato, e come sempre quando Google mette mano al suo motore non mancano siti depenalizzati, a mio parere, in modo ingiustificato.

Crollo delle visite

Modifiche apportate all’algoritmo

Stando alla dichiarazione ufficiale di Matt Cutts, uomo chiave dietro allo sviluppo del motore di ricerca, le modifiche sono mirate a penalizzare fortemente i siti che pubblicano materiale copiato (totalmente o quasi) da altri per favorire chi invece pubblica contenuti originali e di qualità. E’ stato stimato che il cambiamento colpirà il risultato del 12% delle interrogazioni fatte negli Stati Uniti, unico paese al momento in cui è stato reso attivo il nuovo algoritmo.

Mentre aspettiamo quindi che la cosa si estenda anche al nostro paese, vediamo cos’è successo oltreoceano.

Fuoco amico?

Molti webmaster di siti che fino a pochi giorni fa dominavano nei risultati dei motori di ricerca lamentano il crollo delle visite, ma tra tutti segnalo il caso di Digital Inspiration, blog che seguo personalmente da sempre e che ritengo tra i migliori della rete. Ecco come sono cambiate improvvisamente le visite in arrivo da Google, in base ai report di Google Analytics:

Crollo delle visite

Un crollo spaventoso, e stiamo parlando dei soli Stati Uniti. Chi è attento alle visite in arrivo dai motori di ricerca, avrà notato che ci sono sempre oscillazioni, ma mai così drastiche: non sono indicate le cifre, ma a occhio direi che il traffico si è ridotto a un decimo, quindi è impossibile che sia un fenomeno casuale. Per il suo autore, Amit Agarwal, si prospetta un forte danno economico, visto che è un blogger professionista che vive dei proventi pubblicitari del suo blog.

Incrociamo le dita

In passato è capitato anche a me di veder quasi azzerare i visitatori dai motori di ricerca. Ma dopo una segnalazione sul forum (assieme a quella di altri migliaia di blogger di tutto il mondo) la situazione si è normalizzata dopo poche ore. Speriamo che anche ora si capisca cosa c’è che non va e si poni rimedio, perchè se siti come Digital Inspiration scompaiono dai risultati di Google (tra l’altro sempre più pieni di siti-spazzatura) qualcosa che non quadra c’è sicuramente.

Confido come sempre nella tempestività degli sviluppatori di Google, che in questo senso ad oggi mi hanno deluso raramente.

Condividi su Facebook, Twitter o Google Buzz:
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Pubblica su Google Buzz

Per ricevere direttamente in posta i nuovi articoli, inserisci il tuo indirizzo email:
oppure puoi iscriverti al feed per tenerti sempre aggiornato sui nuovi contenuti del blog!
Per maggiori informazioni sui feed, clicca qui!

20 commenti:

m.cristina ha detto...

io ho notato che da qualche giorno i post che pubblico e che hanno una foto, questa foto non viene poi visualizzata nei link di blog amici che mi seguono
hai una spiegazione?ùgrazie
Cristina

Boby ha detto...

in effetti è un gran bel danno...
comunque non vedo come il loro algoritmo possa raggiungere quell'intento senza simili effetti, è praticamente impossibile o.O
è un'utopia che una macchina possa capire quali siti copiano, almeno secondo me :)

Tenebrae ha detto...

@m.cristina: è un problema, irrisolto al momento, che si verifica quando si pubblica sul blog con windows live writer. forse è il tuo caso?

@boby: io più che altro mi chiedo come si faccia a capire che il contenuto è di qualità o meno... dai un'occhiata alla dichiarazione ufficiale e fatti due risate ("sites with original content and information such as research, in-depth reports, thoughtful analysis and so on"...)

Giannib ha detto...

Nel marasma della rete è già difficile scovare qualche sito/blog che per una cosa o per un'altra si distingua dagli altri (ad esempio questo che seguo ormai da un po' di tempo). Con il teorico "tuning" degli algoritmi di Google ho idea che questo diventerà ancora più difficile, e probabilmente oltre a penalizzare molti siti a detta loro "di bassa qualità", anche gli utenti che eseguono le ricerche saranno interessati da questo cambiamento. Spero solo che non vada a finire così.

Tonino G. ha detto...

Molto interessante questo post. ti seguo sempre. Ti posso chiedere una cosa? Ma come si interisce il MI PIACE alla fine del post come hai fatto te nei tuoi post? Grazie

ps cosa ne pensi del mio blog sulla Sicilia? mi aiuti a migliorarlo un pò? :)

Pino Moi ha detto...

Ciao Orazio, in cosa consistono questi cambiamenti? Purtroppo da una settimana circa lamento la non apparizione dei miei ultimi 2-3 post del mio blog nella Serp. Ne attribuisco il motivo a un cambio di template che mi ha costretto a rimuovere molti link dalla sidebar, oltre a una massiccia eliminazione di tag post che consideravo inutili. Google a quanto pare non l'ha presa bene, già mi trovavo, secondo me, in "sanbox"...sapresti dirmi cos'è successo?

Kemi ha detto...

Ciao!
grazie per l'info e soprattuto per avermi fatto conoscere Digital Inspiration!
Un saluto
Kemi

Tenebrae ha detto...

@tonino: ne ho parlato qui

molto interessante il tuo blog, mi sono anche iscritto al feed

@pino: quello che sappiamo è quello che ho riportato, non sono state date ulteriori informazioni. la modifica comunque al momento riguarda solo le ricerche fatte negli stati uniti, quindi dubito che la cosa abbia avuto già ripercussione sul tuo sito.

@kemi: il blog è molto stimato e pensa che al momento attuale il post dove segnala i problemi che ha avuto è tra i più popolari della rete

Günther ha detto...

le mie invece nell'ultimo mese sono aumnetate del 20-30%

Rocket68 ha detto...

Anche io mi sono accorto di notevole calo dell visite , dicimao un 30% dai 1500 visita la giorno a circa 1100/1200 e sinceramente non capivo se era dovuto a un scarsità del livello qualitativo dei post ( per me sempre uguale ) o quale altro problema .

Qusto mi tranquilizza un pò , ma noi che cosa dovremmo fare per eliminare il problema ?

Tonino G. ha detto...

Grazie. Fatto! 6 un numero 1 :)

Che ne pensi del mio blog?

Grazie ancora

Tenebrae ha detto...

attenzione a filtrare i risultati in base alle visite dal motore di ricerca di google invece di guardare le visite totali, perchè altrimenti quelle che tiriamo fuori sono informazioni che non dicono molto nello specifico.

@tonino: ti ho già risposto

Nova ha detto...

Spero che si diano una regolata con questa modifica, perchè penalizzare quelli che in teoria dovrebbero difendere mi sembra assurdo.
Sapevo già di questo cambiamento imminente, ma non ho capito quando arriverà in Italia e sono un po preoccupato per il mio blog. In più di un anno di duro lavoro sono arrivato da solo (e con qualche dritta da questo blog) al page rank 3, a riconoscimenti da parte di chi mi hosta per la mole di traffico che ho portato al server (e che fa guadagnare anche loro) e ad una media di 1000 utenti al giorno.
Ora il mio lavoro senza google soffrirebbe un po visto che sono posizionato davvero bene nelle ricerche e questo mi porta moltissime visite uniche parte delle quali col tempo diventano lettori fissi, ma comunque la mole di visite uniche rimane importante, se dovessi perderle potrei averci perdite economiche che negli ultimi mesi stavano cominciando a divenire un buon arrotondamento per uno studente.

Quello che mi chiedo e se mi devo preoccupare davvero oppure se avendo ricevuto tutti questi buoni feedback per il sito posso ritenermi al sicuro, risultati a cui non sarei arrivato se non avessi fatto un lavoro di qualità, ma basterà per il nuovo algoritmo di ricerca?

(detto questo mi vado a controllare se il mio posizionamento nei motori di ricerca è rimasto lo stesso XD)

Pino Moi ha detto...

Mille grazie per la risposta. :-)

Tenebrae ha detto...

@nova: digital inspiration per backlink, numero di visite, pagerank e tutto il resto era messo benissimo, eppure ecco la frittata.

direi però che è presto per preoccuparsi, dobbiamo vedere come si evolve la situazione per i siti penalizzati, magari ci sarà un piccolo passo indietro.

Memi The Rainbow ha detto...

Grazie mille per il post veramente interessante, sei come al solito una grandiosa fonte di informazioni. Avevo una domanda da sottoporti: secondo te questo nuovo algoritmo può condizionare anche il pagerank? Ho visto infatti che il mio sito è passato da un 3, raggiunto dopo molti sforzi, a 2, nonostante che i followers e i readers aumentino costantemente. Ultimamente ho cominciato a caricare le foto tramite flickr (e non con picasa di google), non vorrei che google pensasse, a causa del nuovo algoritmo, che i miei contenuti non siano originali solo perché provenienti da flickr anziché da picasa anche se in realtà sono mie... in effetti questo potrebbe essere una ulteriore controindicazione del nuovo algoritmo. Secondo te potrei risolvere la cosa aggiungendo un nofollow ai link in questione? Cosa ne pensi? Grazie mille in anticipo

Nova ha detto...

Tenebrae è proprio per questo (per la frittata con digital inspiration) che mi sto preoccupando più di quanto mi preoccupassi prima -.-

Tenebrae ha detto...

@memi: non sono state rilasciate comunicazioni in questo senso, a quel che sappiamo è cambiato l'algoritmo di ricerca, non dell'assegnazione del pagerank

tuttavia anche quello periodicamente viene modificato e a ogni aggiornamento (ogni tot mesi) può esserci qualche sorpresa

mi viene difficile riassumere in un commento tutte le possibili cause, cercherò di dedicare al più presto un articolo all'argomento.

Memi The Rainbow ha detto...

Grazie mille Tenebrae, non vedo l'ora di leggere il tuo articolo, sei molto gentile (come sempre).
Memi

ScribeSense ha detto...

Preso nota.
La 2,2 tiene conto delle segnalazioni ricevute.
;)


Prima di lasciare un commento, leggete qui

Posta un commento